Parquet

 Il parquet è un elemento elegante, nel quale la grandezza della Natura e la maestria degli artigiani si incontrano per creare un arredo lussuoso. Dalle tecniche decorative all’utilizzo di pietre preziose, passando per l’adozione di madreperla, cristalli o vetro di Murano: ogni tipologia di parquet è pensata per donare eleganza a spazi diversi.

Pavimentazione in legno antico

Questa tipologia di parquet viene realizzata utilizzando unicamente i legni più antichi e pregiati. In particolare, gli artigiani di Allure Luxury Group sfruttano il legno centenario recuperato da navi sommerse, castelli o anche travi. Dopo aver ripulito il legno dai residui di ruggine, vengono selezionate delle lame di 4 o 5 mm di spessore che saranno incollate su supporti di legno.

Un parquet antico ha una notevole solidità dovuta alla sua lunga stagionatura naturale.

Pavimentazione di Briccole Veneziane

L’adozione di questo legno permette non solo una raffinata eleganza, ma anche una notevole solidità dovuta alla lunga stagionatura del legno stesso. Le Briccole sono grandi pali distribuiti in tutta la laguna di Venezia che indicano i canali con la profondità dell’acqua navigabile, secondo la legge dell’8 dicembre 1439.

Dopo aver svolto il loro onorevole servizio di segnalazione dei canali di navigazione, le Briccole diventano preziosi oggetti d’arte.

Parquet a spina di pesce e Chevron

Il disegno affonda le sue radici nell’antica Roma, dove fu adottato per la prima volta per la costruzione di strade.

Una delle prime applicazioni del modello a spina di pesce per la pavimentazione in legno, è considerata alla Galleria di Fontainebleau in Francia all’inizio del XVI secolo.

A seconda dell’angolo di raccordo, ci pervengono 3 varianti tipiche del parquet Herringbone o Chevron:

  • modello “Francese” – angolo di 45 gradi
  • modello “Ungherese” – angolo di 30 o 60 gradi
  • modello “Italiano” – angolo di 90 gradi

L’installazione è prevista con adesivi poliuretanici.

Tutti i formati sono adatti all’installazione su pavimento riscaldato.

Parquet modulare

Pannelli artistici artigianali impreziositi da intarsi di pelle, pietra, metalli, cristallo di Murano, resine, o disegnati con diverse texture di legno.

Il parquet modulare può essere realizzato sia in legno massiccio che in compensato accoppiato con uno strato nobile superiore.

Le dimensioni dei moduli, così come le bisellature applicate, variano a seconda del design del modulo.

Il parquet modulare è adatto alla posa su pavimento radiante.

Parquet artistico

Capolavoro grandioso fatto a mano da artisti intarsiatori ed ebanisti presenta la lussuosa combinazione di sfumature e venature di legni con preziose decorazioni di madreperla, pietre esclusive, metalli nobili.

Parquet in legno solido

Il parquet in legno massello, definito anche parquet tradizionale, è costituito da un unico strato di legno solido, e deriva da un unico blocco del durame – la parte più densa del tronco dell’albero.

L’unico strato di legno nobile aumenta la capacità di isolamento acustico e termico.

Legno massello affumicato

Le moderne tecnologie di trattamento del legno assicurano una maggiore resistenza, stabilità e una nobile estetica dei legni scuri.

I processi di lavorazione più comuni sono l’evaporazione, il trattamento a caldo e l’affumicatura, a quali il legno può essere sottoposto prima dell’ultimo processo di finitura con prodotti di copertura chimici o naturali (oli, vernici, cere, ecc.).

Il trattamento di affumicatura si effettua su specie di legno con PH acido, come il ciliegio o il rovere. Il processo comporta un’autoclave di 2-3 settimane con sali di ammonio riscaldati a 60-70 °C, che convertono l’acido interno del legno in un colore più scuro.

Il trattamento di affumicatura rende il legno di colore più scuro ma anche più resistente.

Tavole ingegnerizzate

Riconoscendo il pregio di un pannello in legno solido, le moderne tecnologie offrono le cosiddette “tavole ingegnerizzate” – tavole stratificate che sono in grado di garantire un’eccellente stabilità anche per importanti formati dimensionali.

Le tavole ingegnerizzate sono disponibili in 2 o 3 strati.

Tavole a 3 strati

Struttura delle tavole a 3 strati:

  • strato nobile superiore in Rovere europeo o altre specie di legno pregiato
  • strato centrale intermedio in Abete o Rovere
  • strato inferiore di controbilanciamento in Abete o Rovere

Le tavole a 3 strati sono offerte in varie dimensioni. Bisellature con superficie spazzolata o piallata sui 4 lati della tavola.

Installazione con adesivi poliuretanici o, in alcuni casi, flottante (senza adesivi).

Le tavole sono adatte all’installazione su pavimenti riscaldati.

Tavole a 2 strati

Struttura delle tavole a 2 strati:

  • strato nobile superiore in Rovere europeo o altre specie di legno
  • multistrato inferiore di compensazione

Diverse dimensioni sono disponibili. Bisellature con superficie spazzolata o piallata sui 4 lati della tavola.

Installazione con adesivi poliuretanici o, in alcuni casi, flottante (senza adesivi). Le tavole sono adatte all’installazione su pavimenti riscaldati.

Tavole ad incastro flottanti

Le tavole a incastro o “click” sono dotate di speciali profili forati, che permettono di agganciare tra loro le tavole formando un corpo unico.

Tale sistema di collegamento delle tavole permette di installare il parquet senza adesivi.

Consigliamo questa soluzione per tavole relativamente leggere e non di grande formato.

Decking

Tavole in legno solido per terrazze all’aperto, yacht, zone balneari, saune.

Disponibili in Ipe Tabebuja, Burma Teak, Frassino termotrattato – specie di legno apprezzate per la loro alta resistenza, elasticità, durezza ed estetica.

Finitura a lamelle antiscivolo su richiesta.

Installazione con fissaggi, viti o su travetti.

Parquet sportivo

Pavimentazione professionale per gli stadi.

Sistemi fissi e rimovibili.

Certificato F.I.B.A. nella categoria pavimenti in legno.

Selezione di legni

Colore, consistenza e granulosità dei campioni nelle fotografie sono indicativi.

A causa dell’eccezionalità del materiale, per ogni ordine forniamo campioni individuali.

Selezione di finiture e lavorazioni decorative del legno

Trattamenti protettivi

A seconda del tipo di parquet e delle specifiche del suo eventuale utilizzo, offriamo diversi trattamenti del pavimento (o la loro combinazione):

  • Vernice UV
  • Oli balsamici o UV
  • Cera naturale
  • Antibatterico
  • Antigraffio

Caratteristiche del legno (UNI EN 13489:2018) 

Select

Non sono ammesse caratteristiche come alburno sano, nodi sani e aderenti di diametro superiore a 2 mm, nodi di diametro superiore a 1 mm, crepe (setole), sinclusioni di corteccia, fulmini.

Sono ammesse caratteristiche come deviazione della grana senza alcun limite, leggera variazione di colore, raggi parenchimatosi.

L’alterazione biologica non è consentita.

Naturale

Sono ammesse caratteristiche come alburno sano fino al 50%, se distribuito, nodi sani e aderenti di diametro inferiore a 5 mm, nodi di diametro inferiore a 2 mm, screpolature (setole) fino a 20 mm di lunghezza, deviazione del grano senza alcun limite, variazioni di colore, raggi parenchimatosi.

Caratteristiche come sinclusioni di corteccia, fulmini non sono consentiti.

L’alterazione biologica non è consentita.

Rustico

Sono ammesse caratteristiche come alburno sano, nodi sani e aderenti, nodi marci, crepe (setole), sinclusioni corticali, fulmini, deviazione della grana, viraggio del colore, raggi parenchimatosi senza limiti di dimensione o quantità, se non compromettono la resistenza o la qualità del parquet.

L’alterazione biologica non è consentita ad eccezione di annerimento e buchi neri da insetti.

La venatura del legno

La venatura del legno dipende dal tipo del taglio:

  • il taglio radiale è perpendicolare agli anelli annuali, le venature delle tavole sono prevalentemente uniformi
  • il taglio tangenziale è fatto dal centro del tronco, le venature delle tavole formano un disegno accentuato
  • taglio dalle radici e dalla parte inferiore del tronco, questi elementi sono usati soprattutto per gli intarsi

Essiccazione del legno

La stabilità e la durabilità del parquet dipendono molto dalla preparazione del legno. Secondo gli standard internazionali, l’umidità del legno non deve superare il 9 ± 3%. Il valore ottimale è 7-8%. Il fattore chiave nella preparazione del legno è il metodo di essiccazione.

Nell’industria del parquet esistono due metodi di essiccazione del legno: essiccazione naturale (stagionatura) ed essiccazione forzata.

L’essiccazione naturale prevede le seguenti fasi (i termini variano a seconda della specie legnosa e della regione di provenienza):

  1. 4 mesi di esposizione del legno in condizioni naturali. L’umidità del legno viene ridotta dall’85% al ​​55%, dopodiché il legno viene sottoposto a trattamento antisettico.
  2. 3 mesi di essiccazione atmosferica. Il principale processo di essiccazione del legno naturale in aree ben ventilate. L’umidità del legno è ridotta al 20%.
  3. 1 mese di asciugatura nelle camere termali con trattamento termico o ultrasuoni. L’umidità del legno è ridotta all’8%.
  4. 1 mese di esposizione per l’adattamento del legno alla temperatura e all’umidità naturali.

    Il metodo alternativo è l’essiccazione forzata accelerata: trattamento per circa 30 giorni in apposite camere, il contenuto di umidità del legno viene ridotto all’8%.

    Questo metodo consente di ridurre notevolmente i tempi e i costi di preparazione del legno.

    Tuttavia, questo trattamento accelerato e la mancanza di essiccazione atmosferica e di adattamento del legno provocano l’intreccio interno delle fibre e non elimina le sollecitazioni interne delle doghe, determinando una bassa resistenza del legno alle variazioni dei regimi di umidità e temperatura, e la deformazione del parquet (dilatazione irregolare, essiccamento, fessurazioni).